Castello di Bisciaio

Castello di Bisciaio o Solbisciaio

Del castello di Bisciaio, posto a 538 metri s.l.m. su di una collina che guarda Monte Murlo di Preggio e Monte Acuto di Umbertide, abbiamo la prima attestazione di esistenza cartografica nella mappa di Ignazio Danti del 1577, dove appare con il termine “Solbisciao”: termine che potrebbe indicare una caratteristica dell'edificio rispetto al primo sorgere del sole. Nei documenti archivi coevi veniva indicato, però, anche come "El Bisciaio". Probabilmente la struttura era antecedente, forse risalente al XII secolo, se si considera che tra i riconoscimenti ottenuti dal Capitolo della Cattedrale di San Lorenzo di Perugia con le bolle papali di Alessandro III (1169) e Clemente III (1189) figurerebbero vari possessi, tra cui un non specificato "Castrum Bisci" di difficile localizzazione. Questa ipotesi di coincidenza tra le indicazioni del XII secolo e la struttura attuale andrebbe però validata da fonti archivistiche. Ci appaiono fantasiose, perché ancora infondate, le tradizioni orali che riportavano il castello a residenza di figli illegittimi di nobili perugini.

Il castello nella sua struttura attuale, fermo restando i mutamenti per il suo uso residenziale e produttivo che ebbe nei secoli, ci appare ancora di struttura regolare, con due torri: una mozza a sud est e una completata a nord ovest con merlatura piana e beccatelli regolari. Probabilmente il torrione visibile ancora oggi ebbe una sua sistemazione nel periodo rinascimentale, considerando il tipo di merlatura ad uso estetico. Tali elementi decorativi potrebbero essere stati realizzati dopo che il castello aveva perso la sua funzione difensiva. Le due torri sono opposte tra loro. Diversi punti della struttura presentano dei contrafforti e la struttura appare aver avuto numerosi rimaneggiamenti ben visibili nei diversi archi esterni delle mura, che appaiono ora murati.

La struttura, da tempo disabitata, appare ancora ben conservata nel suo insieme, anche se diverse coperture sono crollate. Si tratta comunque di una proprietà privata che non può essere visitata.

Fonti:

- Bruno Porrozzi: Umbertide e il suo territorio: storia e immagini - Ed. Pro Loco, Umbertide, 1983

-Giovanna Benni “Incastellamento e signorie rurali nell'Alta valle del Tevere tra Alto e Basso Medioevo. Il territorio di Umbertide (Perugia, Italia) Oxford, John and Erica Hedges 2006 pp. VIII-198 tavv. carte (British Archaeological Reports (BAR). International Series 1506. Notebooks on Medieval Topography. Documentary and Field Research 4).

-https://www.iluoghidelsilenzio.it /castello-del-bisciaro-san-giovanni-del-pantano-pg/

Successivo
Castello di Bisciaio