Memoria

In questa sezione troverai i racconti delle memorie collettive e famigliari di coloro che vogliono ricordare, grazie alle sottosezioni che riportano le storie della memorie e dei contribuiti inviati.

 

Siamo convinti che i ricordi di chi ha vissuto in una determinata epoca, con tutte le conseguenze dell'essere nato e cresciuto in un dato tempo, abbiano anche un valore "storico" e siano utili a chiarire le inevitabili distorsioni o superficiali convinzioni sul passato. Perché attraverso le vite di coloro che sono vissuti possiamo conoscere meglio le conseguenze vissute dalle persone nei diversi momenti storici, le scelte politiche, le innovazioni agricole e tecnologiche.

Da qua, inoltre, si può anche comprendere di che tipo fosse la strutturazione morale, religiosa, politica ed economica di un determinato momento per diverse classi sociali e come questo poteva avere ricadute profonde nella maniera di comportarsi di chi ha abitato in queste zone in un determinato momento.

Nelle sottosezioni le storie individuali, che non sono mai così perché coinvolgono nonni ed antenati ma anche i loro figli e nipoti, o, come nel caso del periodo della seconda guerra mondiale, un dramma ampio e persistente che, come ha scritto Mario Tosti, è stato il "nostro calvario" umbertidese.

Approfondisci la nostra memoria per quello che riguarda la prima parte del '900 con le notizie umbertidesi sulla terribile pandemia del '900, la "Spagnola". Per il periodo del successivo presentiamo  "Aristide ed il ventennio", "Lamberto e la Resistenza", "Le voci della memoria" ed il bombardamento del 25 aprile 1944. Tra le azioni ingiustificabili del periodo della seconda guerra mondiale riportiamo la un lungo estratto dal libro "Tre noci" di Paola Avorio, sulla strage di Penetola e sempre su questo tragico evento riportiamo il libro di raccolta delle testimonianza realizzato anni fa da Giovanni Bottaccioli: "Penetola. Non tutti i morti muoiono", libro scaricabile anche in .pdf semplicemente cliccando qui.

La contestualizzazione degli eventi tragici del periodo della seconda guerra mondiale è al momento delegato all "Atlante della Memoria" che da accesso alla mappa interattiva di Alvaro Tacchini e ai "Percorsi della Memoria" curati da Fabio Mariotti che riportano i fatti del 1944.

Concludiamo con la figura del Generale Alberto Briganti, che attraversò il secolo passato, e attraverso la sua vita può essere ripercorsa anche la storia dell'aviazione italiana da prima del secondo conflitto mondiale alla ricostituzione dell'Areonautica della Repubblicca italiana.

Aiutaci a ricordare

 

umbertidestoria@gmail.com

Paul Ginsborg 

"La storia racconta vicende, non presenta i fatti come il semplice esito di connessioni causali, ma come il frutto di scelte, di idee e di valori umani..."

  • Facebook
  • Instagram

© 2019 by umbertidestoria Wix.com

Umbertide

storia e memoria

  • Facebook
  • Instagram