In questa sezione, con le sue sottosezioni, viene presentata la storia documentale ed archivistica, che tende soprattutto a descrivere gli accadimenti istituzionali e politici. 

Per il momento ci concentreremo sull’abitato principale, Fratta e poi Umbertide, e sul territorio rurale collinare e pianeggiante. Restano ancora non indagati i principali insediamenti presenti nel territorio Comunale, alcuni come Preggio con una storia insediativa accertata ancora più antica dell’attuale Umbertide; cercheremo nel proseguo di questa avventura di sanare queste mancanze. 

La storia delle popolazioni che hanno abitato il nostro territorio, l’uso produttivo che ne hanno fatto, gli insediamenti costruiti, accentrati ed isolati, toccano un orizzonte di aspetti così ampio che meriterebbero tutti di essere affrontati. Il nostro intento, infatti, è di presentare  tutte le diverse "prospettive" con cui si può ricostruire la "storia" del nostro paese. Il "tempo breve" infatti, linea guida delle ricerche riportate nelle sottosezioni descritte sopra, ci restituisce un racconto incentrato sulla nascita e storia dell'agglomerato principale di Fratta/Umbertide, ma ci permette di vedere solo gli accadimenti istituzionali-politici, per quanto si possano sommare in una sequenza diacronica millenaria. Mentre lo sviluppo e le conseguenze delle strutture economiche richiedono per essere riconosciute una indagine che cerchi con un "tempo lungo" vengono approfondite nella pagina "Storia tematica".

 

Al momento per le sottosezioni "Dall'antichità al '700" e per "Ottocento e Risorgimento" presentiamo una ricostruzione storica basate su archivi cartacei a partire dal XII secolo, mentre successivamente analizzeremo  in maniera più adeguata la storia del nostro territorio più frammentata, ovvero quella fino alle origini. "La Fratta del Cinquecento" e "La Guerra del Granducato di Toscanaripercorrono gli avvenimenti e la vita sociale del XVI secolo. Assieme ad essi, per lo stesso periodo storico, abbiamo creato la sottosezione su gli Statuti della Fratta del 1521,  che permette di leggere  e scaricare gli Statuti in maniera in una trascrizione completa in volgare con una modalità di ricerca interna interattiva.

La contemporaneità sarà indagata nella sezione "Dal Novecento ad oggi", beneficiando di una serie maggiore di fonti storiche e notizie.

 

Le fonti di riferimento delle due prime sottosezioni sono quelle della  SIUSA (Sistema Informativo Unificato per le Sopraintendenze Archivistiche) che nel 2010-11 con Sargentini Cristiana e Santolamazza Rossella hanno redatto e corretto la relativa voce su "Fratta/Umbertide".

Per quanto riguarda la storia nei secoli XIII e XIV, anche per il nostro paese si è dovuto far ricorso alle fonti statutarie perugine, che costituiscono il quadro normativo di riferimento per le comunità sparse nel contado; in particolare la  riformanza perugina del 1396, con cui i ruoli di castellano e di podestà di Sigillo, Montone e Fratta, fino ad allora svolti da due distinti funzionari, vennero unificati formando "unum officium et unum corpus castellanantia cum potestaria". Con tale risoluzione, veniva designato un "vir bonus et fidelis" per amministrare ciascuna di quelle comunità. 

Il territorio del castello di Fratta da quel momento ebbe diversi "Profili istituzionali ": dal  sec. XIV - sec. XVIII fu una "Comunità" dello "Stato della Chiesa", denominazione che, a causa della perdita del materiale archivistico, con certezza tornerà solo nel periodo 1815 - 1870, dopo il breve periodo in cui Fratta fece parte, dal 1798-1814, delle Comunità laziali nel periodo francese; nel 1859 venne istituita come "Comune" e poi dotata di un "Ufficio di Stato civile" nell'Umbria, 1860 - 1865. In questo periodo, nel 1862, si passò dal nome di Fratta a quello di "Umbertide".

Una bibliografia  "Testi e links da consultare"  con gli studi publicati su Umbertide e la sua storia e società ed una sitografia per approfondire sul web, permetteranno di proseguire nella conoscenza del nostro Umbertide.

La pagina sulla "Tesi di Laurea" ospiterà le parti o le tesi complete dei giovani e meno giovani che hanno voluto studiare in qualche aspetto il nostro territorio e desiderano renderlo patrimonio culturale comune.

Foto: Umbertide da Montacuto : è ben visibile l'accrescimento della città verso a sud rispetto al nucleo originario di Fratta.

Aiutaci a ricordare

 

umbertidestoria@gmail.com

Winston Churchill

 

"The farther backward you can look, the farther forward you are likely to see."
"Più riesci a guardare indietro, più riuscirai a vedere in avanti."

  • Facebook
  • Instagram

© 2019 by umbertidestoria Wix.com

  • Facebook
  • Instagram